Sartoria Sociale

26-06-2019

Sartoria Sociale

La Sartoria Sociale del Museo del Tessile di Chieri è un luogo di produzione di saperi e cultura, un centro di formazione e riqualificazione professionale e un luogo di lavoro, di incontro e di scambio di esperienze tra diverse generazioni. Gestita dal marzo 2018 dall’Associazione PUNTOACAPO è strettamente integrata con le attività del Museo per contribuire in modo organico allo sviluppo complessivo del centro di produzione culturale sul tema del tessile chierese e per integrare la filiera del tessile, dalla produzione di tessuti, alla tintura naturale alla confezione artigianale.
Nella Sartoria lavorano 2 giovani sarte sotto la direzione artistica di Rosanna De Pasquale, e dal 2019 ospita in formazione una giovane ragazza del Ghana e una rifugiata politica del Venezuela che hanno fattivamente collaborato alla realizzazione della prima collezione per la Torino Fashion Week 2019. Collaborano con la Sartoria anche i volontari tessitori e tessitrici del Museo nell’ambito del progetto di trasmissione dei saperi artigianali della tessitura a mano su antichi telai lignei e di recupero del know how delle vecchie generazioni di artigiani a favore delle giovani generazioni.
La Sartoria è impegnata in vari progetti di innovazione, sia sociale con il progetto Diritti al Bello di moda adattativa per disabili, sia ambientali con la sperimentazione di processi di ecoprinting grazie alla presenza nel Museo dell’Orto delle Piante tintorie, sia tecnologica con lo sviluppo di metodologia di prototipazione digitale con software open source in collaborazione con il fablab di Chieri.